Secondo uno studio realizzato dall’Institution for science Carnegie di Washington, l’energia eolica può soddisfare l’intero fabbisogno energetico mondiale senza che questo abbia impatti significativi sul clima.
La ricerca, condotta da Kate Marvel del Lawrence Livermore National Laboratory, e pubblicata su Nature Climate Change, ha visto l’impego di modelli atti a calcolare la quantità di energia che può essere generata sfruttando i venti superficiali (eolico onshore e offshore) e quelli atmosferici (eolico d’alta quota, vedi Kitegen nei Riferimenti).
Le turbine creano una resistenza che rimuove una certa quantità di moto dai venti e tende a rallentarli. Mano a mano che il numero delle turbine a livello globale aumenta, la quantità di energia estratta cresce, ma a un certo punto i venti sarebbero rallentati così tanto che aumentare la capacità installata non porterebbe più a un incremento dell’elettricità ricavata. I modelli utilizzati dai ricercatori sono serviti a identificare questo punto massimo di producibilità, che corrisponde a 400 TW per i venti di superficie e più di 1800 TW per i venti atmosferici.
Attualmente sul pianeta Terra vengono utilizzati 18 TW di energia elettrica. Quindi vuol dire che l’eolico onshore e quello offshore possono fornire insieme più di 20 volte l’energia di cui abbiamo bisogno mentre l’eolico d’alta quota addirittura cento volte tanto.
Secondo gli scienziati, solo arrivando al punto massimo di producibilità si verificherebbero effetti climatici considerevoli mentre soddisfacendo con l’eolico l’attuale domanda mondiale di energia, posto che le turbine vengano diffuse su tutto il territorio mondiale e non concentrate in poche regioni, l’impatto sul clima sarebbe minimo: esse provocherebbero, infatti, un differenziale di temperatura di 0,1 °C e influenzerebbero le precipitazioni solo dell’1%.

Saranno molto più probabilmente fattori di carattere economico, tecnologico e politico a condizionare la crescita dell’energia eolica nel mondo, piuttosto che limitazioni di carattere geofisico.